Book Offer: Princes and courts

We are proud to announce the new volume:
 
Principi e corti nel Rinascimento meridionale. I Caetani e le altre signorie nel Regno di Napoli, a cura di Fulvio Delle Donne e Giovanni Pesiri, Roma, Viella Editrice, 2020, pp. 368 con 16 tavole a colori (https://www.viella.it/libro/9788833137049).
 
Si tratta di un volume veramente importante, che raccoglie alcuni significativi frutti del lavoro compiuto da CESURA in questi anni. Lo sforzo per portarlo a termine è stato imponente, ma siamo sicuri che ne sia valsa la pena.
Eccezionalmente, per i Soci di CESURA il volume è disponibile al costo di € 28 anziché € 45.
 

Abstract:
Tra la fine del XIV e l’inizio del XVI secolo in diversi centri dell’Italia meridionale si sviluppò una vita letteraria e artistica di grande rilievo. Oltre alla corte regia della capitale, ineludibile modello di riferimento e centro di attrazione, ne esistevano numerose altre, che costituivano altrettanti poli culturali, disseminati anche nelle province più remote. Poli rappresentati non solo da luoghi fisici di residenza, ovvero da palazzi o castelli, ma anche da fitte e straordinariamente ampie
reti di relazioni, committenze, movimenti di persone e oggetti.
Un particolare rilievo viene qui riservato ai Caetani, che fissarono la sede del loro potere tra Fondi e Sermoneta; ma trovano spazio per analisi approfondite anche altre corti, che ebbero radicamento cittadino, regionale o sovraregionale.

 
Indice:

  Fulvio Delle Donne, Introduzione. Principi e corti, re e signorie locali nel Rinascimento meridionale
     Quadri complessivi
  Xavier Barral i Altet, Corti, principi e committenze artistiche nell’area mediterranea
  Bianca de Divitiis, Cultura e architettura nelle corti del Rinascimento meridionale
     I Caetani: strategie di una signoria poliedrica
  Francesco Storti, Geografie signorili e “riuso” dello spazio politico. I feudi dei Caetani nel quadro degli equilibri territoriali tra monarchia aragonese e stati baronali di Terra di Lavoro
  Sylvie Pollastri, Onorato I et Onorato II Caetani comtes de Fondi. Continuités et ruptures
  Giovanni Pesiri, Il “felice cinquantennio” del governo di Onorato II Caetani conte di Fondi (1441-1491)
  Fabio Aprea, Linguaggi politici e amministrativi dei Caetani. Dalle lettere di Onorato III di Sermoneta all’Inventarium di Onorato II di Fondi
  Gabriella Macchiarelli, Cultura umanistica e prassi cancelleresca: un’epistola consolatoria di Onorato I Caetani a Nicola Orsini (1393)
  Lorenzo Miletti, Umanesimo e cultura classica nella Fondi di Prospero Colonna: il caso di Francesco Peto
  Marco D’Attanasio, La Cappella del Presepe nella chiesa di Santa Maria dei Martiri a Maranola. Mecenatismo di corte in Terra di Lavoro
Corti e culture cortigiane nel Mezzogiorno: sondaggi esemplari
  Domenico Defilippis, Mecenatismo e letteratura: la corte di Isabella e Bona Sforza a Bari
  Guido Cappelli, Il principe-cortigiano di Belisario Acquaviva
  Teresa D’Urso, I libri miniati di Andrea Matteo III Acquaviva
  Alessandra Acconci, La corte dei Cantelmo ad Atina, in alta Terra di Lavoro
  Luigi Tufano, La memoria scolpita: epigrafi della famiglia Albertini nella chiesa di S. Biagio in Nola
  Antonio Milone, Scultura e memoria dinastica dei Sanseverino conti di Mileto
  Bibliografia
  Referenze fotografiche
  Indice dei nomi di persona e luogo

Just published – Linguaggi e ideologie del Rinascimento monarchico aragonese (1442-1503): Forme della legittimazione e sistemi di governo [Languages and Ideologies of the Aragonese Monarchical Renaissance (1442-1503): Forms of Legitimacy and Systems of Government]

Libro – Linguaggi e ideologie del Rinascimento monarchico aragonese (1442-1503): Forme della legittimazione e sistemi di governo

Book – Languages and Ideologies of the Aragonese Monarchical Renaissance (1442-1503): Forms of Legitimacy and Systems of Government

ed. Fulvio Delle Donne – Antonietta Iacono, Napoli, FedOA press, 2018 (Regna. Testi e studi su istituzioni, cultura e memoria del Mezzogiorno medievale, 3)

Internet site        Download

Synopsis

Puntando l’attenzione sul particolare contesto storico-politico del Regno di Napoli in età aragonese (1442-1503), il volume esplora la varietà dei linguaggi connessi con la prassi politica (linguaggi giuridici, letterari, artistici, politici), analizzati nelle loro specificità, ma anche nelle reciproche osmotiche relazioni. Punto di riflessione conclusivo dopo un convegno organizzato a Napoli, integra prospettive e competenze interdisciplinari, mettendo alla prova e affinando l’idea di un graduale sviluppo di un organismo complesso che – attraverso la letteratura, l’oratoria, la trattatistica politica, le rappresentazioni artistiche e le pratiche amministrative – va nella direzione della creazione di un “sistema statuale”, che pure opera ancora sotto la guida della sovranità.

The book focuses on the particular historical-political context of the Kingdom of Naples in the Aragonese period (1442-1503), and explores the variety of languages related to political practice: juridical, literary, artistic, political languages are analyzed in their specificities, but also in their reciprocal osmotic relations. This volume offers a conclusive reflection after a conference organized in Naples, and integrates interdisciplinary perspectives. It tests and refines the hypothesis concerning the gradual development of a complex organism that – through literature, oratory, political treatises, artistic representations and administrative practices – goes in the direction of a “state system”, which still operates under the guidance of sovereignty.